La articolazione sacroiliaca è causa frequente di dolore. Il dolore si localizza nella regione sacrale e/o glutea, talvolta si irradia alle regione lombare basso agli arti inferiori senza superare il ginocchio. Più intenso la mattina e con alcuni movimenti ( da seduto agli in piedi).

L’articolazione sacroiliaca è formata dall’unione dell’osso sacro e l’osso iliaco. Ha un ruolo di carico importante , superando tutto il rachide. Essa è una articolazione diartrodiale e sinoviale. La sua superficie è di 17,5 cm. Formata di una parte sinoviale per 2/3, e una parte fibrotica. Posteriormente, è formata per a sindesmosi  dei legamenti sacroilici e i tendini dei muscoli gluteo medio, piccolo e piriforme. Riceve innervazione dei rami laterali delle radici posteriori di S1, S2, S3 del ramo posteriore di L5.

Il dolore è presente nella regione lombare bassa e/o sacrale irradiato alla parte posteriore delle gambe e/o lombare.

Le cause più frequenti sono:

  • patologie traumatica (traumi diretti, incidenti automobilistici, cadute, traumi ripetuti)
  • infiammatorie
  • degenerativa

Aumentano il rischio: asimmetria degli arti inferiori, scoliosi, artrosi lombare con fissazione sacrale e la gravidanza

Gli esami radiologici possono essere di aiuto ma offrono una informazione parziale. L’esame obiettivo e l’anamnesi sono di grande utilità.

L’infiltrazione intra-articolare con anestetico locale con o senza steroidi, sono la procedura di elezione per una diagnosi corretta e costituisce anche una terapia efficace.

La neuro-ablazione, con radiofrequenza convenzionale si è dimostrato il trattamento a lungo termine più efficace.